Testata Arte e Imprese ilgiornaledellarte.comilgiornaledellarte.com


CONDIVIDI Condividi su Facebook

NOTIZIE

Vicenza, nuovo percorso biennale nel Museo del Gioiello

Vicenza. Si rinnova il percorso del Museo del Gioiello, inaugurato il 24 dicembre 2014 in uno spazio ad esso interamente dedicato: oltre 400 metri quadrati distribuiti tra il piano terra e ammezzato della Basilica Palladiana, frutto di un progetto ideato da Fiera di Vicenza e gestito da Italian Exhibition Group S.p.A. in partnership con il Comune di Vicenza. A partire dal 17 dicembre, così come immaginato dalla linea curatoriale della direttrice Alba Cappellieri, docente di Design del Gioiello al Politecnico di Milano e principale studiosa del settore in Italia, una nuova selezione di circa 400 gioielli connoterà gli spazi durante l’arco temporale 2017-2018. La scelta di quanto esposto si deve alla sensibilità dei nuovi curatori coinvolti nel progetto: da Glenn Adamson, Direttore del Museum of Arts and Design di New York a Nicolas Bos, Presidente & Ceo di Van Cleef & Arpels; dalla critica dell’arte e collezionista Helen Drutt English all’antropologa Cristina Del Mare; dalla storica dell’arte Alessandra Possamai a Stefano Piaggi, Direttore dell’Archivio Anna Piaggi; dall’architetto Marco Romanelli, alla storica dell’arte Paola Venturelli sino al designer Odo Fioravanti. Il percorso mantiene le precedenti nove sezioni tematiche (Simbolo, Magia, Funzione, Bellezza, Arte, Moda, Design, Icone, Futuro) e l’allestimento firmato dalla designer Patricia Urquiola. Il viaggio inizia con la Sala Simbolo (curata da Glenn Adamson) in cui dal pettorale della Madonna del Monte Berico affiancato da croci, le gorgiere, (simboli aristocratici di potere e ricchezza ) si giunge all’evoluzione di collane, bracciali e anelli in simboli pop. Nella Sala Magia Maria Cristina Del Mare propone gioielli magici e dalla valenza apotropaica appartenenti a diverse epoche e culture; nella Sala Arte Helen Drutt English sceglie le creazioni di artisti americani che, come Alexander Calder o Art Smith, hanno rinnovato gli innesti tra arte e gioiello mentre a fine percorso, nella Sala Futuro, Odo Fioravanti presenta gli scenari dei prossimi anni attraverso l’osservazione di materiali e tecnologie innovative: oggetti dai nuovi contenuti e dalle nuove interazioni con il corpo. www.museodelgioiello.it
di Veronica Rodenigo, edizione online, 17 dicembre 2016

di Veronica Rodenigo


Ricerca


GDA ottobre 2017

Vernissage ottobre 2017

Copertina RA Sponsor novembre 2011

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2017

Vedere a Firenze e in Toscana 2017

Vedere in Puglia e Basilicata 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012