Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Archeologia

Restauro

Indagate su Apollo!

La Getty Villa ospita il bronzo di Pompei

L’«Apollo Saettante» dopo il restauro. © Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei

Malibu (Los Angeles). Uno dei più importanti bronzi rinvenuti a Pompei è il fiore all’occhiello di una mostra nella Getty Villa dal 2 marzo al 12 settembre («Apollo da Pompei. Indagini su un bronzo antico») nell’ambito di un progetto della durata di 18 mesi volto ad analizzare, restaurare e stabilizzare lo stato di conservazione della scultura, le cui condizioni sono molto delicate. Si tratta dell’Apollo Saettante (100 a.C.-79 d.C.) proveniente dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli, scoperto nel 1817, privo della mano e del piede destri e del braccio sinistro. Un anno dopo il ritrovamento, a 300 m a nord dal primo scavo, venivano trovati resti ossei umani e alcuni dei frammenti mancanti della scultura, originariamente posta nel Tempio di Apollo e probabilmente danneggiata nel terremoto che colpì Pompei prima dell’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. Secondo Erik Risser, assistente conservatore di antichità del Getty, il bronzo sarebbe stato sottoposto dopo la sua scoperta ad almeno due interventi successivi, prima di arrivare a Los Angeles nel 2009 in seguito agli accordi di scambio intercorsi due anni prima tra il nostro Ministero per i Beni culturali e il Paul Getty Museum.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Emily Sharpe, da Il Giornale dell'Arte numero 307, marzo 2011


Ricerca


GDA ottobre 2018

Vernissage ottobre 2018

Vedere a Matera 2018

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012