Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie


Colonia

Nel Reno sta il più

Anche nel nuovo corso di Art Cologne, in ripresa, sono determinanti i forti collezionisti locali

L’ingresso ad Art Cologne con sculture di Paul McCarthy («Apple Tree Boy», «Apple Tree Girl») presentate da Hauser & Wirth. © Koelnmesse GmbH

Colonia. La 45ma edizione di Art Cologne, svoltasi dal 13 al 17 aprile ha rivelato che la qualità della rassegna ha beneficiato della direzione di Daniel Hug, pur restando un evento a carattere prevalentemente locale. Molti collezionisti tedeschi, tra cui Christian Boros, Thomas Olbricht, Harald Falckenberg e Julia Stoschek, sono stati visti il giorno di apertura e non sono mancati Don e Mera Rubell da Miami.
«Questa è una delle migliori edizioni di Art Cologne», ha dichiarato Boros, che ha comprato opere di Andreas Slominski e Thea Djordjadze.
«Ho osservato l’evoluzione in atto in questi ultimi anni e sono felice di vedere che c’è una buona dinamica e un buon livello, superiore ad Art Forum di Berlino, ha affermato Martin Guesnet, direttore associato della casa d’aste parigina Artcurial. L’unico aspetto negativo è Open Space [una sezione dedicata alle installazioni, Ndr] che quest’anno non funziona molto bene».
La fiera ha riunito 208 gallerie su due piani: uno per l’arte moderna e quella contemporanea ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Anna Sansom, da Il Giornale dell'Arte numero 309, maggio 2011


Ricerca


GDA febbraio 2018

Vernissage febbraio 2018

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2018

Vedere a Napoli 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012