Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Opinioni


Il criptico d’arte

Banksy è valore aggratis

Se un giorno accettasse di andare a una festa chic? Se fosse Hirst sotto ascose spoglie?

Mi è piaciuta l’edificazione del personaggio. Banksy si fa gioco dei regolamenti universali di polizia municipale, imbratta (!) i muri pubblici con i suoi interventi, ma lo fa con una tal sagacia mediatica da essere omologato come artista primario e da avere ottenuto una quotazione economica significativa, con tanto di polemiche feroci sulle expertise delle sue opere. Da essere, soprattutto, ancor più celebre come personaggio che come autore, ancorché in contumacia.
Il tutto rimanendo anonimo, il che comporta che non si percepisca, alla prima, alcun interesse economico da parte sua, ma si veda bene l’avidità ottusa da parte del mercato dell’arte che lo vorrebbe annettere. Uno che produce valore e lo dissemina aggratis quando ci ricapita, in effetti? L’operazione funziona sotto molti punti di vista. Il colpo recente di svolgere e promuovere argutamente la sua «artist residency on the streets of New York» della durata di un mese non è solo genio comunicativo, è da Sun Tzu del mondo dell’arte e dei media, ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Flaminio Gualdoni, da Il Giornale dell'Arte numero 337, dicembre 2013


Ricerca


GDA ottobre 2017

Vernissage ottobre 2017

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2017

Vedere a Firenze e in Toscana 2017

Vedere in Puglia e Basilicata 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012