Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre


Un sogno all'ombra dell'Etna

La collezione di Paolo Brodbeck esce dagli spazi dell'ex fabbrica di liquirizia e tocca alcuni luoghi simbolo di Catania

Tony Cragg, «Connoisseur»

Catania. Un sogno contemporaneo felicemente realizzato in terra siciliana, è quello di Paolo Brodbeck, collezionista e mecenate di origini svizzere, e della fondazione che porta il suo nome; una delle poche realtà siciliane dedicate all'arte contemporanea che prosegue con coerenza e continuità le proprie attività, dopo la débâcle del museo regionale Riso (che tenta in questi giorni un restart con le attività connesse all'archivio Sacs) e l'inversione di marcia della fondazione di Palazzo Valle che ha disatteso le aspettative riguardo a grandi mostre legate al contemporaneo. Fino al 27 luglio, negli enormi spazi dell'ex fabbrica di liquirizia di via Gramignani, viene esposta al pubblico una parte significativa della pregevole collezione di Paolo Brodbeck, costituita da maestri dell'arte contemporanea internazionale, insieme a giovani promesse. «La materia di un sogno, collezione Paolo Brodbeck» è il titolo della mostra curata da Gianluca Collica, Alessandra Ferlito e Gianpiero Vincenzo, che ripercorre circa vent'anni di collezionismo appassionato, all'ombra del vulcano. Le opere, e qui sta la novità, oltre che ospitate nell'ex fabbrica che costituisce il quartier generale della fondazione, sono dislocate in alcuni luoghi simbolo dell'identità culturale della città, come il barocco Palazzo Biscari e le Biblioteche Riunite «Civica e A. Ursino Recupero», a rischio di chiusura. Per mezzo di cartelloni pubblicitari la mostra invade inoltre anche gli spazi urbani, dipanandosi attraverso un percorso che porta alla scoperta del centro storico della città etnea.
Tra le opere di maggiore impatto, perfette per gli spazi di archeologia industriale dell'ex fabbrica di liquirizia, un monumentale lavoro di Pier Paolo Calzolari del 1989,  e «Porfido del Trentino Circle» di Richard Long del 1991 collocata nella stessa sala in cui si trova un'opera di Mario Merz del  1974. Insieme ai nomi storici dell'Arte povera, del Minimalismo e della Land Art internazionale sono allestite anche le quattro nuove produzioni affidate ad artisti siciliani: Gabriella Ciancimino (Palermo 1978), Alessandro Gagliardo e Maria Hélène Bertino (Paternò, 1983 e 1980), Carmelo Nicosia (Catania 1960) e Carmelo Nicotra (Agrigento 1983). Tra le opere che è possibile ammirare nel capannone restaurato e negli spazi più intimi e neutri della sede amministrativa, (tra le altre) quelle degli artisti Carl Andre, Giovanni Anselmo, Federico Baronello, Enrico Castellani, Tony Cragg, Luciano Fabro, Alberto Garutti, Marco Gastini, Luigi Ghirri, Urs Lüthi, Alfredo Pirri, Giulia Piscitelli, Thomas Ruff, Thomas Kratz e Franz West.

di Giusi Diana, edizione online, 7 giugno 2013


  • Veduta dell'installazione delle opere della collezione Paolo Brodbeck a Catania

Ricerca


GDA gennaio 2018

Vernissage gennaio 2018

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2018

Vedere a Napoli 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012