Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Libri


I paesaggi di Zanzotto: una lezione di civiltà

È uscita da Bompiani Luoghi e paesaggi, raccolta di 18 scritti di Andrea Zanzotto (1921-2011) ispirati al paesaggio e redatti tra 1955 e 2007. Edita da Matteo Giancotti, la silloge comprende testi dispersi, un inedito e brani di alta letteratura come Venezia, forse (destinata al libro fotografico di Fulvio Roiter Essere Venezia, 1976), in cui l’intensità lirica della prosa, con perfetta misura, sposa l’acume analitico di quello che è forse stato il massimo poeta italiano del secondo Novecento. Un piacere, dunque, leggere il poco noto scritto su Corot (Verso-dentro il paesaggio, 1994) o quello su Cima da Conegliano del 1962 dove il poeta afferma: «il paese veneto ha fatto la pittura veneta». E se da fine Quattrocento, «di scoperta in scoperta fino a tutto il Settecento», il paesaggio ha materiato l’identità veneta, Zanzotto deplora l’«eruzione del brutto» del Boom che, col suo deregolato ammasso di fabbricati produttivi e villette geometrili, lo ha sconciato.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Alessandra Ruffino, da Il Giornale dell'Arte numero 338, gennaio 2014


Ricerca


GDA aprile 2017

Vernissage aprile 2017

Vedere a ...
Vedere a Milano 2017

RA Arte Contemporanea 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012