Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Documenti


L’eterno luogo del desiderio

L’origine del mondo

«L’origine del mondo» di Gustave Courbet (1866), il dipinto di un «basso ventre» femminile, come Edmond de Goncourt pudicamente lo descrisse nel giugno del 1889, è tanto bello quanto sfrontato. Della modella Courbet dipinge solo la vulva, le gambe divaricate svelano le labbra vaginali incorniciate dal nero pelo pubico, un lenzuolo bianco e la pelle rosata della parte inferiore del seno. Courbet, e il titolo dell’opera lo conferma, rende omaggio all’origine della vita e del mondo così come li conosciamo ma, nel farlo, lancia anche un appello per un realismo radicalmente nuovo.

«Étant donnés: 1. La chute d’eau, 2. Le gaz d’éclairage» (1946-66) di Marcel Duchamp al Philadelphia Museum of Art.

Quest’anno il controverso dipinto di Courbet è stato al centro di due grandi mostre: «Quell’oscuro oggetto del desiderio. Intorno a L’origine del mondo», curata da Frédérique Thomas-Maurin, al Musée Gustave Courbet di Ornans (7 giugno-1 settembre) e «Gustave Courbet», curata da Ulf Küster, alla Fondation Beyeler di Basilea (7 settembre-18 gennaio). Dal suo acquisto nel 1995, il dipinto è rigorosamente rimasto sotto chiave al Musée d’Orsay, e questa attenzione di pubblico e di critica è quindi ampiamente dovuta. Considerato che Courbet è stato visto, a ragione, come un pittore chiave per la nascita dell’arte moderna, è giunto il tempo di apprezzare appieno fino a che punto abbia rivoluzionato la lunga tradizione del nudo femminile.
Gustave Courbet nacque il 10 giugno 1819 a Ornans, vicino a Besançon nel Jura francese, e morì il 31 dicembre 1877 a La Tour-de-Peilz in Svizzera. Si dice che sua madre lo mise al mondo all’ombra di una quercia, mentre era in viaggio da Flagey verso la casa dei suoi genitori a Ornans.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Alice Mahon, da Il Giornale dell'Arte numero 347, novembre 2014


  • Parigi, 5 ottobre 2007: Jeff Koons, a destra, osserva «L’origine del mondo» insieme al critico d’arte Philippe Dagen, durante l’inaugurazione della mostra dedicata a Gustave Courbet dal Grand Palais. Foto di Derek Hudson/Getty Images. Foto di Derek Hudson/Getty Images.
  • oanna Hiffernan, ritratta da Courbet in  «Jo, la bella ragazza irlandese», 1866, Stoccolma, Nationalmuseum: si pensa sia stata la modella di «L’origine del mondo».

Ricerca


GDA maggio 2017

Vernissage maggio 2017

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2017

Focus on Boetti maggio 2017

Vedere a ...
Vedere a Venezia e in Veneto 2017

Vedere a Milano 2017

RA Arte Contemporanea 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012