Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Bufale archeologiche

Supposte bancarie

Vi siete mai chiesti quanti capolavori siano celati nei caveau delle banche? Sono moltissimi, beni consegnati in custodia da privati per sicurezza contro i furti ma anche, e forse in maggior numero, beni di proprietà delle banche stesse o di fondazioni bancarie acquistati per investimento, come fanno gli Istituti di credito con gli immobili o con tanti altri beni rifugio. Il Ministero dei Beni culturali
conosce questo così grande patrimonio sommerso? E se non lo conosce, come può operarne la tutela? Per ciò che riguarda le fondazioni bancarie il problema non si pone poiché i beni delle fondazioni sono vincolati ope legis, ma come può lo Stato operare il controllo su tutti i beni artistici che sono di proprietà degli istituti o dei privati, un patrimonio che non conosce, sepolto nei caveau delle banche che spesso sono più impenetrabili delle tombe etrusche?
Mi chiedo se siano mai state fatte delle ricognizioni ministeriali. Sarebbe bene, ad esempio, identificare i beni archeologici sconosciuti o le ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Dario Del Bufalo, da Il Giornale dell'Arte numero 347, novembre 2014


Ricerca


GDA novembre 2018

Vernissage novembre 2018

Focus on De Chirico 2018

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012