Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Documenti


La passione per le case di un principe del gusto

Riccardo Gualino fu negli anni Venti un finanziere e imprenditore di rapace intraprendenza, ma con un lato tenero. Mecenate e raffinato collezionista dotato di un fortissimo senso estetico, ebbe la passione del costruire. In poco tempo passò dalla rocca medievaleggiante di Cereseto al Barocco novecentista delle Scuderie alla fredda esercitazione razionalista del Palazzo per uffici a Torino che scatenò un putiferio per l’innovazione delle finestre orizzontali

Il Castello di Sestri Levante e il Castello di Cereseto

Con questo «decalogo» Riccardo Gualino scherzosamente chiarisce la sua linea mediana rispetto all’arte e al comportamento sociale, durante le celebri serate del suo teatrino di via Galliari a Torino, meta d’un selezionato pubblico che poteva appassionarsi alla musica del Settecento come all’impressionistico intreccio teatrale dell’«Histoire du soldat» di Stravinskij e all’eclettismo dell’Ottetto. Il decalogo, in maniera molto subalpina, e borghese, si sforza di atteggiarsi a un’allure modernista, purché questa non pretenda di «épater le bourgeois». Stupire sì, ma con classe. È il 1925, Gualino, consigliato da Lionello Venturi, acquista da collezionista raffinato la «Madonna in trono col Bambino e due angeli» attribuita dal critico a Duccio di Buoninsegna e collocata negli anni della «Madonna Rucellai» (1285). Allora ai ricchi eccentrici sia consentito assentire all’invito col medesimo ésprit, solleticando la curiosità annoiata senza tralignare dal bon ton.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Fabrizio Corrado e Paolo San Martino , da Il Giornale dell'Arte numero 348, dicembre 2014


  • Riccardo Gualino con in braccio il cane Toy all’inizio degli anni Venti
  • Il prospetto laterale del Palazzo degli uffici Gualino a Torino
  • La demolizione della Scuderia Gualino presso l’ippodromo di Mirafiori a Torino (1934, Archivio Storico Fiat).

Ricerca


GDA ottobre 2017

Vernissage ottobre 2017

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2017

Vedere a Firenze e in Toscana 2017

Vedere in Puglia e Basilicata 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012