Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Opinioni & Documenti


Alice nel paese delle meraviglie

Compro un capolavoro o cambio l’automobile?

Courtesy Alan Cristea Gallery, Londra

In un anno in cui le aste di Christie’s e Sotheby’s ci hanno abituato a prezzi elevatissimi tanto che un’opera d’arte contemporanea venduta a 10 o 15 milioni di euro non fa ormai più notizia, la sorpresa, a volte snobbata ma sotto gli occhi di tutti, è che uno dei maggiori capolavori dell’arte della seconda metà del Novecento può essere portato a casa per una cifra intorno ai 15mila euro. Non è uno scherzo, e non  è una copia né un falso.
Eccolo qui. Si tratta di una «Sedia elettrica» di Andy Warhol, litografia firmata dall’autore, eseguita nel 1971 in 250 esemplari per ognuna delle 10 versioni di colore. L’americano Andy Warhol è l’artista che, insieme a Joseph Beuys in Europa, ha maggiormente influenzato e orientato l’arte degli ultimi cinquant’anni. Sul suo valore e sulla sua importanza oramai nessuno solleva più dubbi.
Mi si dirà che questa non è un’opera unica, ma una grafica? Ma l’essenza della filosofia di Andy Warhol era proprio nella riproducibilità dell’opera, tanto che proprio un suo ex gallerista ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Giorgio Guglielmino, da Il Giornale dell'Arte numero 348, dicembre 2014


Ricerca


GDA marzo 2017 Vernissage marzo 2017

Vedere a ...
Vedere a Bologna gennaio/febbraio 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012