Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Vernissage


Libri

Le biblioteche messe all’indice

Esce per Einaudi un atlante dell’architettura bibliotecaria con un’assenza clamorosa: il Clementinum di Borges

La George Peabody Library di Baltimora, Stati Uniti d’America (1878)

Se sei professore a Cambridge e tutti i giorni ti aggiri per gli spazi di quell’università è facile che ti venga l’idea, come è accaduto a James W.P. Campbell, di scrivere una storia universale delle biblioteche (La biblioteca. Una storia mondiale, 328 pp., ill. b/n e colore, Einaudi, Torino 2014, e75,00). Del resto, una vena affine di suggestione ambientale dieci anni fa lo aveva portato a scrivere Brick: A World History, frutto perfetto del rigore nutrito d’una vena di bizzarria che ci fa amare la scuola anglosassone. La nuova impresa, in cui si è associato, come nella precedente, il valente fotografo d’architetture Will Pryce, è inevitabilmente monumentale, documentatissima, e racconta una vicenda plurisecolare imparentata intimamente con l’oggetto più semplice e insieme «totale» inventato dall’umanità: il libro. L’operazione non è nuova, almeno dal punto di vista dell’impressione visiva. Le foto straordinarie e pionieristiche di Massimo Listri raccolte nel 2002 da Allemandi in Il fascino delle biblioteche (cfr.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Flaminio Gualdoni, da Il Giornale dell'Arte numero 348, dicembre 2014


  • La Biblioteca nazionale della Repubblica Popolare Cinese, Pechino (2008)
  • La Biblioteca dei Girolamini.
  • La Biblioteca Malatestiana di Cesena (1452).
  •  «Biblioteca del Trinity College - Dublino 1992» di Massimo Listri dal libro «Il fascino delle biblioteche» (Allemandi & C.).
  • La Biblioteca dell’Abbazia di Admont, Austria (1776).

Ricerca


GDA giugno 2017

Vernissage giugno 2017

Focus on Boetti maggio 2017

Vedere a ...
Vedere in Friuli Venezia Giulia 2017

Vedere in Sicilia 2017

Vedere a Venezia e in Veneto 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012