Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Vernissage


Parigi

Cromointerferenze venezuelane

Da Denise René agli abiti di Oscar Carvallo accanto alle opere di Carlos Cruz-Diez che li hanno ispirati

Da una parte le opere di Carlos Cruz-Diez (Caracas, 1923), con le loro illusioni ottiche e i colori iridescenti che scherzano con l’occhio del visitatore. Dall’altro, gli abiti geometrici del suo concittadino Oscar Carvallo esposti come sculture, senza volto né gambe, come sospesi nel vuoto. La Galerie Denise René di Parigi ospita fino al 28 maggio la mostra «Cruz-Diez/Carvallo. La couleur et le corps», che presenta il lavoro nato per le passerelle dell’alta moda parigina, prima di arrivare nella galleria d’arte moderna e contemporanea del quartiere del Marais, dalla complicità tra l’artista padre dell’arte ottico-cinetica e lo stilista, entrambi parigini d’adozione. Carlos Cruz-Diez è uno degli artisti habitué della galleria al numero 22 della rue Charlot, aperta nel 1945, specializzata nel Costruttivismo geometrico e nell’Arte cinetica. È invece la prima volta che accoglie uno stilista. «Ma non è una mostra di moda, è piuttosto la mostra di un artista al quale è associato il lavoro di uno stilista che ne ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Luana de Micco, da Il Giornale dell'Arte numero 342, maggio 2014



Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012