Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Archeologia

Firenze

Il teatro sotto Palazzo Vecchio

Proseguono, a cura della cooperativa Archeologia sotto la direzione scientifica della Soprintendenza per i Beni archeologici della Toscana, i lavori di scavo del teatro romano sotto Palazzo Vecchio e Palazzo Gondi (con la cavea rivolta verso piazza della Signoria), che fu attivo fino al V secolo, e che dovette ospitare, intorno al I-II secolo d.C., fino a 10-15mila spettatori. Benché i suoi resti fossero affiorati già ai tempi dei lavori per Firenze capitale (1865), una vera campagna di scavo, dopo preliminari indagini, fu avviata solo nel 2004 con l’apertura, nel 2010, di alcuni tratti delle «burelle» (probabilmente da burus, cioè buio, quindi corridoi), e del «vomitorium», il corridoio centrale attraverso il quale gli spettatori avevano accesso. Nuove scoperte sono state fatte durante gli interventi svolti nel 2013 per l’apertura del nuovo foyer e della nuova biglietteria del museo. Più chiara si configura ora la maestosità del «vomitorium», posto a collegamento tra l’emiciclo esterno e l’orchestra, con gli originari pavimenti in lastroni di pietra e gli intonaci.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Laura Lombardi, da Il Giornale dell'Arte numero 343, giugno 2014


Ricerca


GDA ottobre 2018

Vernissage ottobre 2018

Vedere a Matera 2018

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012