Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Archeologia


Ravenna

Un genio barbuto

La raccolta di mosaici antichi e moderni del centro «Tamo» del Complesso di San Nicolò, gestito dalla Fondazione RavennAntica, si è arricchita di un nuovo percorso con l’esposizione permanente di alcuni mosaici di età imperiale romana rinvenuti nell’estate 2011 in piazza Anita Garibaldi, non lontano dal Palazzo di Teodorico. Il nuovo allestimento «Il genio delle acque» prende nome da uno dei reperti esposti, risalenti al I e II secolo d.C., la raffigurazione di un uomo barbuto, simbolo probabilmente di una divinità fluviale. Secondo gli esperti quanto ritrovato casualmente, attraverso indagini di archeologia preventiva, appartiene a una domus di età imperiale romana dotata di prestigiosi pavimenti a mosaico in bianco e nero con motivi geometrici. Gli archeologi della Soprintendenza emiliana hanno individuato 4 «camere» posizionate intorno a un’area cortiliva pavimentata anch’essa in mosaico al centro della quale si trovava anche un pozzo per attingere l’acqua.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Stefano Luppi, da Il Giornale dell'Arte numero 343, giugno 2014


Ricerca


GDA gennaio 2018

Vernissage gennaio 2018

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2018

Vedere a Napoli 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012