Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre


Los Angeles

Inviti, non invidie

Alla biennale dell' Hammer Museum gli artisti segnalano i colleghi

Nel 2012, quando l’Hammer Museum ha lanciato la sua Biennale d’arte contemporanea, molti erano scettici. Con qualcosa come 300 eventi simili in giro per il mondo perché aggiungerne un altro? «Non sono sicura che Los Angeles abbia bisogno di una biennale più di qualsiasi altra città, afferma Connie Butler, curatrice capo dell’Hammer e cocuratrice di questa seconda edizione con Michael Ned Holte, professore del California Institute of the Arts. Ma è un modo fantastico per capire che cosa succede in un un dato posto in un certo momento». «Made in LA 2014», aperta dal 15 giugno al 20 settembre, si concentra sugli artisti emergenti della città. Mentre la prima edizione riuniva 60 artisti, questa si limita a 35 e resta nei confini dell’Hammer Museum. Molti artisti hanno una sala personale, una rarità in anni di biennali affollatissime. L’unico aspetto della rassegna a essere cresciuto è quello economico. Oltre al premio di 100mila dollari (circa 73mila euro) destinato ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Julia Halperin, da Il Giornale dell'Arte numero 343, giugno 2014


Ricerca


GDA gennaio 2018

Vernissage gennaio 2018

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2018

Vedere a Napoli 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012