Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Metz

La mamma dell'arte moderna è un'elica

L’episodio è noto. Nel visitare l’Esposizione dell’aviazione di Parigi, nel 1912, insieme a Constatin Brancusi e Fernard Léger, sembra che Marcel Duchamp rimase affascinato da un’elica: «È la fine della pittura! Si può forse fare meglio di così?», avrebbe esclamato. L’interesse degli artisti contemporanei per le forme pure, non geometriche, sono ora al centro della mostra «Formes Simples», allestita al Centre Pompidou-Metz dal 13 giugno al 5 novembre. «Sono le forme che sembrano avere un dinamismo interno, che superano la loro definizione geometrica e non perdono, in questo slancio, la loro unità, spiega Jean de Loisy, curatore della mostra, nonché presidente del Palais de Tokyo di Parigi. La forma semplice si sviluppa tra l’arbitrio dell’artista e i vincoli della fisica. È sempre presa tra questi due estremi. La mostra è costruita su queste tensioni». Le forme pure hanno affascinato artisti minimalisti come Ellsworth Kelly, spiritualisti come Anish Kapoor, metafisici come Tony Smith, poetici come Ernesto Neto.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

L.D.M., da Il Giornale dell'Arte numero 343, giugno 2014


Ricerca


GDA ottobre 2018

Vernissage ottobre 2018

Vedere a Matera 2018

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012