Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Madrid

Più moderno dei moderni

Proseguono al Prado le celebrazioni di El Greco, ispiratore di grandi artisti, da Manet a Pollock

Ignorato per secoli oltre i confini spagnoli e spesso accusato di follia, Domenikos Theotokopoulos (1541-1614), passato alla storia come El Greco, iniziò a uscire dal limbo nell’Ottocento. In occasione del 400mo anniversario della sua morte (cfr. n. 339, feb. ’14, p. 25) dal 24 giugno al 5 ottobre il Prado gli dedica la mostra «El Greco e la pittura moderna», che indaga l’influenza dell’artista su importanti esponenti della pittura di Otto e Novecento, da Edouard Manet a Paul Cézanne, da Jackson Pollock a Diego Rivera. Manet fu uno dei primi pittori internazionali a restare affascinato da El Greco, come dimostra il dipinto «Cristo morto con angeli» (1864), in prestito dal Met di New York. «Era interessato alle sue prime opere realizzate in Spagna, come i ritratti e “La Trinità” del Prado (1577-79), che rivela ancora un influsso veneziano», spiega Javier Barón, curatore della mostra e direttore del dipartimento di pittura dell’Ottocento del Prado. Tra le 25 opere ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Laurie Rojas, da Il Giornale dell'Arte numero 343, giugno 2014


Ricerca


GDA giugno 2018

Vernissage giugno 2018

Fotografia Europea 2018

Vademecum Intesa Sanpaolo giugno 2018

Vedere a ...
Vedere in Friuli Venezia Giulia 2018

Vedere a Venezia e in Veneto 2018

Vedere nelle Marche 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012