Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie


Modica

Diari di viaggi nel tempo

Da Laveronica, la Guerra dei Sei Giorni, la Palestina e il trompe l’œil del capitalismo

Un presente che lascia affiorare contraddizioni, possibilità future e colpe passate; un artista nomade che coniuga la propria storia personale e di chi incontra con la storia collettiva dell’Occidente e non solo: la mostra di Uriel Orlow (Zurigo 1973) dal titolo «Deep Opacity», curata da Lorenzo Bruni e presentata sino al 12 luglio da Laveronica arte contemporanea affronta la storia recente attraverso opere prodotte negli ultimi anni e altre appartenenti a progetti precedenti. L’allestimento si apre con alcune fotografie della serie «Porous Present» (presente poroso). Sono immagini fotografiche, scattate in Armenia nel 2010, di strutture di sostegno per cartelloni pubblicitari che ritagliano una porzione di paesaggio, simboli del capitalismo che va in corto circuito e che s’impongono come interstizio tra globale e locale. All’interno dell’installazione «The Short and the Long of it», nello spazio centrale della galleria, è allestito il video «Yellow Limbo» e sono proiettate le slide dell’opera ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Giusi Diana, da Il Giornale dell'Arte numero 343, giugno 2014


Ricerca


GDA aprile 2018

Vernissage aprile 2018

Vademecum SANPAOLO

Focus on Design 2018

Vedere a ...
Vedere a Milano 2018


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012