Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie


Milano

La parola va dal meccanico

Shannon Ebner da kauffman repetto

«Il linguaggio può esistere anche come scultura, immagine e materiale». È questo l’assunto di partenza della pratica di Shannon Ebner, quarantatreenne artista di stanza a Los Angeles. La galleria kaufmann repetto ne ospita, fino all’8 agosto, la personale «Collision A: Gasoline & Auto Electric». Diciassette fotografie a grandezza umana della lettera «A», tratte da scritte sui muri e messaggi pubblicitari, occupano lo spazio della galleria, trasformato per l’occasione in una black box. «Collisione» pare la parola d’ordine dei lavori esposti: le lettere (tessere che compongono una «grafia fotografica») collidono tra loro, come corpi in un compresso spazio metropolitano. In mostra è presente anche un estratto del poema in prosa Auto Body Collision. Grandi lettere di cartone, dipinte con vernice grigia per automobili, danno forma a una scultura di segni e parole; i versi che ne derivano rielaborano il gergo dei centri di riparazione automobilistica, utilizzando la terminologia tipica della loro pubblicità («allineamento», «velocità», «sveltezza» ecc).
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Federico Florian, da Il Giornale dell'Arte numero 343, giugno 2014


Ricerca


GDA gennaio 2018

Vernissage gennaio 2018

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2018

Vedere a Napoli 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012