Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Fulmini e saette


Milano

Comunisti vulcanici

Cinque busti di pietra campeggiano nella Lisson Gallery: sono i ritratti di Marx, Trotzkij, Lenin, Siqueiros e Frida Kahlo. È questo il fulcro di una personale, in corso fino al 18 luglio, di Pedro Reyes, artista nato nel 1972 a Città del Messico, dove vive. Le sculture in pietra vulcanica richiamano nelle forme spigolose i modi dell’avanguardia novecentesca (chiari i riferimenti a Modigliani, Brancusi o Boccioni). Ad accomunare i cinque busti, oltre allo stile, è il coinvolgimento dei personaggi ritratti con l’ideologia comunista, un tema trattato dall’autore nella serie di film di spettacoli di marionette dal titolo «Baby Marx» (prodotti dal 2008). Reyes parte da due quesiti: quale influenza potrebbero avere le idee di questi artisti e pensatori nella società contemporanea? In che modo giudicherebbero la realtà in cui oggi viviamo? Interrogativi a cui risponde la scultura nel cortile della galleria, «Colloquium» (2013), composta da un groviglio di forme marmoree simili a vignette e fumetti privi di testo.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di F. Flo. , da Il Giornale dell'Arte numero 343, giugno 2014


Ricerca


GDA gennaio 2018

Vernissage gennaio 2018

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2018

Vedere a Napoli 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012