Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Antiquari

Impressionisti e moderni a New York

Crescono più di quanto sembri

Nonostante i commenti delusi dei media di settore, le cifre sono in crescita costante negli ultimi anni

I media hanno criticato le aste del mese scorso di impressionisti e arte moderna tenutesi a New York come «improbabili», «mediocri» e «deboli», ma l’incasso di oltre 205 milioni di euro portato a casa da Christie’s il 6 maggio, è stato il più alto registrato dal dipartimento negli ultimi quattro anni. E il fatto che il totale di Sotheby’s (157 milioni di euro) del 7 maggio fosse inferiore di quasi un terzo rispetto all’asta equivalente del maggio 2012 si spiegava con l’incredibile prezzo de «L’urlo» (1865) di Edvard Munch nel 2012, all’epoca 91,8 milioni di euro. Ben lontano dal cadere in recessione, dalla crisi del 2008 vi è stata una crescita costante nel mercato impressionista e moderno di New York. Secondo i risultati di una rilevazione della società Art Market Monitor sui dati forniti dalle case d’asta, il fatturato medio aggregato delle vendite serali di impressionisti e moderni di Christie’s e Sotheby’s dal 2008 ad oggi si attesta sui 391 milioni di dollari.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Charlotte Burns e Rachel Corbett, da Il Giornale dell'Arte numero 343, giugno 2014


Ricerca


GDA luglio/agosto 2018

Vernissage luglio/agosto 2018

Vedere a ...
Vedere in Puglia 2018

Vedere in Sicilia 2018

Vedere in Trentino 2018

Vedere in Friuli Venezia Giulia 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012