Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Antiquari

Vienna

Il fatturato più alto di Dorotheum

L’asta di arte contemporanea del 20 maggio di Dorotheum ha registrato il totale più alto della storia della casa viennese: 7,37 milioni di euro. Un «Concetto spaziale» di Lucio Fontana del 1957 (olio, vetrini e buchi su tela, 100x81 cm) è stato aggiudicato a 1,08 milioni di euro (le stime erano comprese tra 700mila e 1 milione); l’altro «Concetto spaziale», del 1955, che iilustrava la copertina del catalogo, è passato di mano a 653.800 (stime 550-750mila). Exploit per Paolo Scheggi: «Zone riflesse», del 1965, che partiva da 90-120mila euro di stima, ha cambiato proprietà per 573.300 euro (record d’artista) e «Intersuperficie curva», del 1966, per 268.700 (stime 50-70mila). Oltre a questi, «Superficie grigia» di Enrico Castellani (1991) è stata aggiudicata a 256.500 euro (stime 180-280mila) mentre «Bianco», opera del 1978 di Agostino Bonalumi, è andata a 134.500 (stime 80-120mila). Delle opere di artisti internazionali è stata battuta a 934.230 euro «Lucia» di Sean Scully (251 x 223,5 cm, realizzata tra il 1992 e il 1996, stime 600-900mila).



...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Salvatore Renna , da Il Giornale dell'Arte numero 343, giugno 2014


Ricerca


GDA ottobre 2018

Vernissage ottobre 2018

Vedere a Matera 2018

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012