Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Antiquari

Parigi

La Torah più cara è bolognese: è costata 2,8 milioni

Le stime erano già alte (1-1,5 milioni di euro), ma le offerte hanno ampiamente superato le aspettative: una rara e antica edizione della Torah, stampata in ebraico a Bologna nel gennaio del 1482, è stata aggiudicata al termine di un’accanita battaglia di rilanci al telefono e in sala per 2,8 milioni (diritti compresi) il 30 aprile a Parigi da Christie’s. Tre record in un colpo solo: «È la più alta vendita mai realizzata prima nel mondo per un libro in ebraico; ma è anche una vendita record per un libro in Francia e per il dipartimento libri di Christie’s», ha riferito un portavoce della casa d’aste. Si tratta di un libro raro sia perché è la prima edizione della Torah ad aver riunito i primi cinque libri della Bibbia (Genesi, Esodo, Levitico, Numeri, Deuteronomio), il cosiddetto «Pentateuco», sia perché per la prima volta presenta i segni per l’intonazione vocale e la recitazione con modulazione melodica del testo sacro («cantillazione»). Negli ultimi cento anni, ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Luana De Micco, da Il Giornale dell'Arte numero 343, giugno 2014


Ricerca


GDA ottobre 2018

Vernissage ottobre 2018

Vedere a Matera 2018

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012