Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste


Londra

Northampton: i regali non si vendono

Le autorità locali e il venditore d’accordo per dividere il ricavato dell’asta

L’Arts Council inglese minaccia di ritirare il finanziamento al Northampton Museum, a seguito della decisione del consiglio comunale di vendere una statua egizia. Christie’s, che ne stima il valore tra 4,9 e 7,4 milioni di euro, dichiara che si tratta della «più importante scultura egizia che sia mai comparsa sul mercato». La statua in calcare di Sekhemka, datata tra il 2400 e il 2300 a.C., raffigura uno scriba della corte del Faraone. La sua vendita è prevista per il 10 luglio in una vendita di capolavori, «The Exceptional Sale». Con un accordo peraltro inusuale, il consiglio della cittadina ha deciso di dividere il ricavato dalla vendita Sekhemka: il 55% andrà al consiglio e il 45% a Lord Northampton, il cui trisavolo donò la scultura alla città intorno al 1880. Fino a non molto tempo fa, Lord Northampton si era opposto alla proposta vendita, sostenendo che la dismissione avrebbe contravvenuto ai termini della donazione, ma si dichiara adesso d’accordo in cambio di una quota (Lord Northampton è anche proprietario di metà degli argenti romani di Seuso, che sul libero mercato potrebbero valere più di 100 milioni di dollari, cfr.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Martin Bailey , da Il Giornale dell'Arte numero 343, giugno 2014


Ricerca


GDA gennaio 2018

Vernissage gennaio 2018

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2018

Vedere a Napoli 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012