Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

Genova e Torino

Il design premia

Il design che premia è quello di chiara fama, importante e di qualità, perché gode di un mercato internazionale, mentre il livello medio rimane in secondo piano. Un’identità di vedute che accomuna due dei maggiori esperti del settore in Italia: Sergio Montefusco, della Boetto di Genova, e Giacomo Abate, della torinese Della Rocca. I risultati delle aste da loro ultimamente organizzate, in aprile e in maggio, lo confermano: da Boetto una credenza di Gio Ponti degli anni ’60, stimata 9mila euro, ne ha totalizzati 30mila e un vaso «a fili» disegnato da Carlo Scarpa per Venini nel 1942, stimato 6mila, ne ha ottenuti ben 21mila. Un paravento di Fornasetti del 1958, nonostante le mancanze, ha triplicato la stima di 5mila, così come un vaso di Dino Martens della serie «Eldorado» degli anni ’50, stimato 4mila, è salito fino a 13mila, una vera sorpresa. «Il 70% dei compratori è solitamente straniero, afferma Montefusco, del restante 30% meno del 5% è genovese, i maggiori compratori sono milanesi.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Carla Cerutti, da Il Giornale dell'Arte numero 343, giugno 2014


Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012