Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Vernissage


Vienna

Il pubblico non si «applica»? Il Mark lo proietta nel futuro

Inaugurato nel 1864 e ospitato nell’attuale sede sulla Ringstrasse dal 1877, il Mak, Museo di Arti Applicate di Vienna è uno dei nove musei statali della capitale austriaca. L’idea portante: fornire modelli e campionari ad artisti, artigiani, progettisti, ma anche educare il pubblico alla fusione tra estetica e funzionalità. A fronte di una progressiva ristrutturazione delle collezioni, il 150mo anniversario del Mak vede quest’anno una nutrita serie di appuntamenti. Ne parla il direttore Christoph Thun-Hohenstein.
Qual è la missione del Mak oggi?
I nostri centri focali sono il design e l’architettura. Noi abbiamo il compito di mostrare che cosa il passato abbia offerto nel settore e quali possano essere gli sviluppi futuri. E questo in un’epoca in cui per l’arte applicata non è facile essere presa in considerazione dall’opinione pubblica (il Mak oggi non supera i 200mila visitatori all’anno, Ndr).
Perché?
Attraverso i media, l’arte contemporanea ha ottenuto un’enorme visibilità.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Flavia Foradini , da Il Giornale dell'Arte numero 343, giugno 2014



Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012