Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Libri

Saggi

Relazioni equivoche tra artisti e potenti

Ma la volontà di potenza è anche dei curatori di mostre e dei collezionisti che con la loro chiusura intellettuale escludono il grande pubblico

23 dicembre 2008: Sandro Bondi, all'epoca ministro per i Beni culturali, con il presidente della Repubblica Napolitano, ministri e autorità all'inaugurazione della mostra «Michelangelo giovane», il crocifisso ritrovato a Montecitorio.

Che cosa unisce il mausoleo funebre commissionato da Silvio Berlusconi a Pietro Cascella con il rapporto di empatia estetica che si creò tra Adolf Hitler e Albert Speer, «Guernica» di Pablo Picasso con i collage di John Heartfield e la leggendaria rivoluzione espressiva di Jackson Pollock con la resistenza opposta al regime dal cinese Ai Weiwei, attraverso le proprie opere? Tutte queste esperienze rientrano nel complesso sistema relazionale che s’instaura tra arte e potere e rappresentano quindi gli «episodi di una «relazione equivoca», come recita il sottotitolo del volume L’artista e il potere di Alessandro Dal Lago e Serena Giordano che, con uno stile diretto e vivace, integrato da una rigorosa documentazione scientifica, si prefiggono ancora una volta di smascherare alcune inamovibili convenzioni culturali che dominano il sistema dell’arte.
Già autori di due analisi sui fenomeni estetici contemporanei: Mercanti d’aura (2006) e Fuori cornice (2008), Dal Lago e Giordano non intendono qui esaminare i rapporti tra artisti e ideologie politiche, ossia le espressioni dell’arte di propaganda, ma le reciproche e ambigue relazioni tra artisti e poteri.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Matteo Fochessati, da Il Giornale dell'Arte numero 344, luglio 2014


Ricerca


GDA novembre 2018

Vernissage novembre 2018

Focus on De Chirico 2018

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012