Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie


Venezia

A Venezia, svelato il cinico piano Mose. L'ordine era: corrompete tutti

Il vero danno della più grave corruzione europea degli ultimi 50 anni, il Mose, è l’incredulità della gente, l’annebbiamento del valore della scienza e una visione distorta delle politiche di salvaguardia della città più bella del mondo. Soprattutto ora nessuno sa che cosa succederà dopo il 2016, quando il Mose sarà finito

I lavori per il Mose alla bocca di porto di Malamocco.

Quanta differenza può fare un anno. Il 16 ottobre 2013 Giorgio Orsoni, l’allora sindaco di Venezia, scambiava strette di mano con il sindaco di New York Michael Bloomberg, in qualità di leader di una vanagloriosa delegazione desiderosa di vendere l’eccellenza delle barriere di protezione della città contro le inondazioni. Lui e i membri del Consorzio Venezia Nuova, il gruppo di imprese italiane di ingegneria e costruzioni (Mantovani, Fincosit, Condotte, Mazzi, Ccc, Grandi Restauri...) che stava costruendo le barriere, presentavano il progetto al Department of City Planning di New York e allo Storm Recovery Resources Center, in parte per condividere le competenze e in parte per vendere il know how ingegneristico delle aziende coinvolte.
Oggi Orsoni, non più sindaco, è agli arresti per avere accettato finanziamenti illegali a fini elettorali. Anche l’ex presidente del Consorzio è stato arrestato.
Un sistema clientelare e di corruzione così radicato che, si è scoperto, che toccava perfino il Patriarcato di Venezia.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Anna Somers Cocks, da Il Giornale dell'Arte numero 345, settembre 2014


Ricerca


GDA dicembre 2017

Vernissage dicembre 2017

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2017

Vedere in Canton Ticino 2017

Vedere in Sardegna 2017

Vedere a Torino 2017

Focus on Figurativi 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012