Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Bufale archeologiche

Rendite di posizione

Quante volte siamo passati davanti a monumenti o rovine archeologiche avvolti da ponteggi dovuti a restauri e, dopo 5 o 10 anni, abbiamo notato che il ponteggio era ancora lì, come se il cantiere si fosse «storicizzato», per usare un termine caro alle Soprintendenze, e ormai si fosse incorporato, diventando parte del monumento stesso. Non pochi i casi in cui queste strutture, smontate dopo anni, avevano sporcato di ruggine il manufatto. La causa, spiegano, è che i soldi per l’intervento e quelli per il ponteggio si rendono disponibili in momenti diversi. Chi aspetta chi? Ma ormai tutti sanno che il ponteggio italiano è per sua natura longevo, tendenzialmente eterno. Non lo diciamo per celebrare la gloria dell’inventore, Ferdinando Innocenti, discendente di trovatelli toscani, più noto come padre anche della storica Lambretta. Che sia un prezzo da pagare per la famosa tutela (che dovrebbe precedere l’auspicata valorizzazione), termini anch’essi divenuti arcilogori che evocano le derisioni ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Dario del Bufalo , da Il Giornale dell'Arte numero 345, settembre 2014


Ricerca


GDA novembre 2018

Vernissage novembre 2018

Focus on De Chirico 2018

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012