Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Libri


Einaudi

L’avidità veneziana ucciderà Venezia

La città, avverte Settis, potrebbe davvero morire. Le ragioni profonde (e le possibili misure per evitarlo)

Se Venezia muore di Salvatore Settis sviluppa alcuni scritti comparsi su giornali italiani, ma anche francesi, tedeschi e russi; Settis desidera davvero che il mondo sappia che Venezia potrebbe morire. Venezia, sottolinea ripetutamente, è anche un paradigma per altre città di tutto il mondo che sperimentano tensioni tra la loro natura storica e le esigenze moderne, nel delicato rapporto tra città costruita e ambiente nella corsa al suo sfruttamento per profitti a breve termine.
La forza di questo libro consiste nel dimostrare come le cattive correnti di pensiero abbiano portato a cattive politiche, o all’assenza di politiche. Smentisce il compiacente mantra «La bellezza salverà il mondo»; «Non salverà nulla né nessuno se noi non sapremo salvare la bellezza», rimarca e cita le sobrie parole dell’art. 9 della Costituzione italiana (1947), che sono i principi con cui confronta il caos, l’incuria, la corruzione, l’ipocrisia e la magniloquenza che tanti danni hanno arrecato nell’ultimo mezzo secolo: «La Repubblica promuove la cultura e la ricerca scientifica e tecnica.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Anna Somers Cocks, da Il Giornale dell'Arte numero 349, gennaio 2015



Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012