Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Musei

La Tate Modern apre il 17 giugno

Una vista della Tate Modern con la nuova estensione

Londra. La Tate Gallery ha annunciato che l’ampliamento a lungo atteso della Tate Modern, progettato dal duo svizzero Herzog & de Meuron, dovrebbe aprire il 17 giugno del prossimo anno. I costi del progetto sono al momento stimati in 260 milioni di sterline, il 21% in più rispetto ai 215 milioni ipotizzati a giugno 2012. In gran parte questo incremento va attribuito all’inflazione che grava sui costi di costruzione e a opere addizionali sull’edificio preesistente. Il finanziatore principale è il Governo, con 50 milioni di sterline; il resto proviene in gran parte da privati. La galleria deve ancora trovare gli ultimi 30 milioni. Nicholas Serota, direttore della Tate, si dichiara fiducioso di raggiungere questo obiettivo. La Tate ha chiesto un extra di 6 milioni di sterline all’anno per il suo fondo, destinati ai costi di gestione aggiuntivi. I nuovi spazi aumenteranno le sale espositive del museo del 60%. Nel 2014-15 la galleria ha registrato 5,7 milioni di visitatori, cifra che dovrebbe superare i 6 milioni a lavori ultimati.

Martin Bailey, da Il Giornale dell'Arte numero 358, novembre 2015


  • L'estensione della Tate Modern progettata dagli architetti svizzeri Herzog & de Meuron

Ricerca


GDA ottobre 2018

Vernissage ottobre 2018

Vedere a Matera 2018

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012