Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

New York

Phillips farà a Manhattan la sua prima Italian Sale

Fissata per il 28 aprile, organizza e sceglie Francesco Bonami. Una cinquantina le opere in vendita, posto d’onore ad artisti come Paola Pivi, Roberto Cuoghi e Maurizio Cattelan

Il curatore italiano Francesco Bonami organizza un’asta di arte italiana da Phillips New York per il prossimo 28 aprile. Il catalogo ha una cinquantina di opere create nel corso dell’ultimo secolo, ma l’Arte povera, uno dei più celebri movimenti artistici italiani usciti dai confini nazionali nell’ultimo secolo, non avrà il posto d’onore. Bonami concentrerà invece la sua attenzione su artisti meno noti, come quelli della mostra da lui organizzata a Palazzo Grassi di Venezia nel 2008, «Italics», che spostò l’attenzione dagli artisti dell’Arte povera e della Transavanguardia a nomi precedentemente marginalizzati dalla lettura tradizionale dell’arte moderna e contemporanea italiane. «L’idea è di estendere la visione dell’arte italiana al di là degli artisti più consolidati», dice Bonami. La vendita di Phillips, promossa come la prima importante asta italiana a New York, comprenderà opere di artisti quali Paola Pivi, Roberto Cuoghi e Maurizio Cattelan (che è il nome più celebre del gruppo).
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Anny Shaw, da Il Giornale dell'Arte numero 350, febbraio 2015


Ricerca


GDA settembre 2018

Vernissage settembre 2018

Vedere a Matera 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012