Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Il tallone di Achille

Meglio corromperli da piccoli

La notizia: la Storia dell’Arte è stata riammessa tra gli insegnamenti della scuola italiana. Per questo ho una modesta proposta. Introdurre la materia partendo dalle elementari per arrivare alle superiori, cominciando con l’arte contemporanea per le sue attinenze col gioco infantile, una comune attitudine esplorativa e la continua ricerca di nuovi procedimenti e inedite procedure creative: dripping, frottage, bricolage fino alla performance. Una didattica che permette interattività ai giovani studenti, partecipazione e naturale padronanza della materia. Poi man mano nelle classi superiori indietreggiare fino all’arte moderna e al Medioevo, per arrivare infine all’arte romana. Da Warhol a Raffaello, da questo a Prassitele, Lisippo e Fidia. La Storia dell’Arte sarebbe così percepita come il carburante continuo dell’umanità. In una visione contestuale che dal presente si può guardare all’indietro, guadagnando progressivamente il senso della storia, senza visioni prefabbricate. Un modo di insegnare che l’arte è sempre contemporanea e ci aiuta a progettare il passato.

...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

Achille Bonito Oliva, da Il Giornale dell'Arte numero 351, marzo 2015


Ricerca


GDA novembre 2018

Vernissage novembre 2018

Focus on De Chirico 2018

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Vedere in Emilia Romagna 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012