Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie


Mosca

Demolito al grido di «Allah è grande». In Russia.

Gli attivisti russi paragonano la demolizione di Dom Stroyburo, simbolo del Costruttivismo sovietico, alla distruzione del patrimonio iracheno a Ninive e Mosul messa in atto dall’Isis. Alcuni di loro hanno dichiarato di aver sentito pronunciare in tono canzonatorio la frase «Allahu Akbar», Allah è grande, mentre i bulldozer radevano al suolo l’edificio, lo scorso aprile. Progettato da Arkady Langman (l’architetto della monumentale sede del Consiglio del Lavoro e della Difesa, tutelato dal Comune di Mosca per il suo interesse architettonico) e costruito tra il 1928 e il 1930, l’edificio, a Korolev, vicino a Mosca, era stato recentemente classificato come «monumento di interesse regionale». La sua distruzione arriva alla vigilia di una visita a Korolev del primo ministro russo Dmitri Medvedev. «Questa è la prima volta che un sito di questo profilo è stato distrutto pubblicamente, dichiara Yevgeny Sosedov, presidente della sede regionale moscovita della Società pan-russa per la tutela dei monumenti storici e culturali (Voopik).
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Sophia Kishkovsky, da Il Giornale dell'Arte numero 354, giugno 2015


Ricerca


GDA gennaio 2018

Vernissage gennaio 2018

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2018

Vedere a Napoli 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012