Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre


Parigi

La mappa che scappa

La labilità dei confini, lo sradicamento e la guerra in una vasta retrospettiva di Mona Hatoum

Parigi. Le opere di Mona Hatoum mettono in guardia contro le insidie del quotidiano, parlano del dolore dello sradicamento, dell’orrore e della meraviglia, della guerra e di intimità e disegnano la mappa di un mondo con i confini labili. Dal 24 giugno al 28 novembre il Centre Pompidou dedica una vasta retrospettiva all’artista di origini palestinesi, nata a Beirut nel 1952, ma che vive a Londra da molti anni, da quando la guerra civile in Libano l’ha costretta all’esilio. La mostra ne ripercorre la produzione dalle prime performance degli anni Ottanta, intrise di provocazioni e tensioni politiche, alle installazioni successive dove elementi organici si mescolano a utensili della vita quotidiana. Non mancano opere ormai celebri, che sono diventate icone, come «Measures of Distance», «Over my Dead Body», «Socle du Monde», «Corps étranger», «Home» o «Present Tense». La mostra si trasferirà alla Tate Modern di Londra dal 27 aprile al 21 agosto 2016, e, sempre nel ...
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Luana De Micco, da Il Giornale dell'Arte numero 354, giugno 2015


Ricerca


GDA gennaio 2018

Vernissage gennaio 2018

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2018

Vedere a Napoli 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012