Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre


Madrid

Un nuovo Zurbarán

Al Museo Thyssen-Bornemisza le recenti attribuzioni

Dal 9 giugno al 13 settembre il  Museo Thyssen-Bornemisza dedica una mostra a Francisco Zurbarán (1598-1664), nella quale sono riunite anche opere attribuitegli negli ultimi anni, molte scoperte dalla cocuratrice Odile Delenda, autrice del catalogo ragionato del 2009, (l’altra curatrice è Mar Borobia, responsabile del Dipartimento di Pittura antica del Museo Thyssen-Bornemisza). In mostra figurano inoltre 7 dipinti aggiunti al corpus della sua opera dopo l’importante mostra di Zurbarán al Prado nel 1988. In tutto ci sono 63 dipinti, di cui 57 di Zurbarán, 7 del figlio Juan e 9 di collaboratori diversi. La maggior parte delle opere giovanili di Zurbarán sono andate perdute, ma due sono visibili: «L’apparizione della Vergine a un monaco di Soriano» (1626-27), in prestito dalla chiesa di Santa María Magdalena di Siviglia, e «San Serapio» (1628) dal Wadsworth Atheneum Museum of Art di Hartford nel Connecticut, quest’ultima restaurata per l’occasione. Fu dopo il trasferimento definitivo a Siviglia nel 1629 che Zurbarán realizzò le sue opere migliori, alcune destinate al nuovo mercato sudamericano, in particolare chiese di Lima e Buenos Aires.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Martin Bailey, da Il Giornale dell'Arte numero 354, giugno 2015


Ricerca


GDA gennaio 2018

Vernissage gennaio 2018

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2018

Vedere a Napoli 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012