Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie


Parma

Espressionisti, nient’affatto naïf

«Antonio Ligabue e Pietro Ghizzardi tra genio e follia» è la doppia retrospettiva con cui la Galleria Centro Steccata ripercorre la vicenda umana e la carriera dei due artisti autodidatti. Aperta fino al 30 ottobre, la mostra presenta 34 sculture e 24 incisioni di Ligabue, di cui ricorre il cinquantenario della morte, e 50 dipinti di Ghizzardi. Ennio Lodi, che nel 1960 fondò la galleria oggi diretta dalla figlia Patrizia, fu tra i primi estimatori dei due artisti. A lui si devono le edizioni delle 35 sculture esposte, realizzate da Ligabue tra il 1935 e il 1958 con l’argilla del Po, riunite tra gli anni ’50 e ’60 da Ennio Lodi che le ha poi fuse in bronzo e documentate nel volume Il bestiario di Ligabue scultore del 1972. I medesimi soggetti, animali selvaggi, domestici o da pascolo, ritornano anche nelle puntesecche su rame e zinco eseguite tra il 1958 e il 1962 con un tratto espressionista e attento alle caratteristiche anatomiche, alla forza e all’espressività degli animali.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di J.D., da Il Giornale dell'Arte numero 354, giugno 2015


Ricerca


GDA gennaio 2018

Vernissage gennaio 2018

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2018

Vedere a Napoli 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012