Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

La collezione Torlonia finirà in America?

Un gruppo di magnati americani sarebbe in trattative con gli eredi per l'acquisto della più importante raccolta privata d'arte antica del mondo, invisibile da decenni

Due Fauni in lotta, gruppo scultoreo in collezione Torlonia

Roma. Vexata quaestio quella della collezione Torlonia, mai risolta neanche dopo che negli anni Settanta le 620 opere perlopiù di scultura romana (ma non solo, basti citare gli affreschi della «Tomba François» di Vulci e diversi capolavori di statuaria greca di V e IV secolo a.C.), la più importante collezione privata d’arte antica del mondo, sono state sfrattate dalle 77 sale del palazzo di via della Lungara e accatastate nelle sue cantine. Palazzo che, con un espediente, è stato ritagliato in 91 miniappartamenti da Alessandro Torlonia, nipote dell’omonimo fondatore del museo (1859).

Oggi, come riferisce Carlo Alberto Bucci sulle colonne del quotidiano «la Repubblica», un gruppo di magnati americani che millanta rapporti con la fondazione Getty di Malibu, cerca di metterci le mani sopra, pare offrendo cifre favolose ai discendenti Torlonia, che per ora non confermano né smentiscono. Dell’affare, che a quanto scrive il giornalista «passa per la proposta di mostre all’estero, e a rotazione, di lotti della collezione», è venuta a conoscenza Italia Nostra, che ha allertato il ministro Franceschini. Il Mibact a sua volta avrebbe confermato la concretezza delle voci e annunciato delle contromisure, puntando sul vincolo al territorio italiano.
Si riparla, ancora una volta, di riapertura al pubblico del museo, come sempre quando la questione ciclicamente riesplode.

Articoli correlati:
Finalmente vedremo i capolavori Torlonia

Federico Castelli Gattinara, edizione online, 17 giugno 2015


Ricerca


GDA luglio/agosto 2018

Vernissage luglio/agosto 2018

Vedere a ...
Vedere in Puglia 2018

Vedere in Sicilia 2018

Vedere in Trentino 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012