Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Opinioni


Terremoti: la questione conservativa non fa sconti

Camerino devastata dalle nuove scosse. Foto da Twitter

Ieri un altro gravissimo terremoto ha investito l’Italia. Un intero pezzo della Valnerina è crollato. Inutile dire del carico di morti e feriti, delle distruzioni di interi paesi e dell’umanissimo dolore portato alle popolazioni da queste calamità. Più importante è invece sottolineare la lezione che da queste stesse calamità ci viene. La solita. Vale a dire che la questione conservativa non fa sconti. Hai voglia a travestirla da valorizzazione fatta da direttori di musei reclutati all’estero, da restauri di rivelazione realizzati con modernissime puliture con solfobatteri, da attività di ricerca che scoprono il tal maestro nato nel 1415 e non tre anni prima, per poi magnificare questo informe groviglio di dilettantismi in televisione e sulla stampa o ancora facendone oggetto di convegni. A nulla infatti servono queste mascherature rispetto a una questione conservativa che, ripeto, non fa sconti. Valorizzazione straniera, restauro perfetto e ricerca storico-artistica nulla infatti possono contro ciò che viene prima di tutto. La terribile durezza e l’immensa concretezza della materia conservativa. Quella che riguarda milioni di manufatti. E fino a quando non si avrà il coraggio di porre al centro del problema la conservazione del patrimonio artistico in rapporto all’ambiente, affrontandolo con una profonda riforma degli organi e delle leggi di tutela (riforma anche dell’insegnamento universitario, il primo a essere inadeguato visto che è l’Università a formare gli attuali e inadeguatissimi soprintendenti), fino a quando non si affronterà questo fondamentale nodo culturale sempre ci troveremo a piangere vergognose lacrime di coccodrillo sui poveri morti, le perdite per sempre di parti fondamentali del nostro patrimonio artistico e ogni altra rovina causata da terremoti, inondazioni, inquinamento, cementificazioni, frane, spopolamento e così via. Rifletta su tutto questo, per favore, Ministro Franceschini.

di Bruno Zanardi, edizione online, 27 ottobre 2016


Ricerca


GDA dicembre 2017

Vernissage dicembre 2017

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2017

Vedere in Canton Ticino 2017

Vedere in Sardegna 2017

Vedere a Torino 2017

Focus on Figurativi 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012