Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Archeologia


Paestum, al via il recupero dell'Anfiteatro coperto nell'area archeologica

Sarà il quarto grandioso monumento tra i templi di Atena e Nettuno e la Basilica

L'anfiteatro di Paestum

Capaccio Paestum (Salerno). Inizierà tra pochi mesi e proseguirà per tutto il 2017 lo «scavo spettacolare» dell’Anfiteatro, in buona parte interrato, di Paestum. Lo ha annunciato il direttore del Parco archeologico, Gabriel Zuchtriegel. Spettacolare perché i lavori, che saranno visibili al pubblico, riporteranno alla luce, dopo anni di attese tra polemiche e mancati finanziamenti, l’intera area archeologica di Paestum abbattendo la strada Regia delle Calabrie costruita da un ingegnere borbonico all’inizio del 1800. La strada statale, numero 18, che occulta parzialmente l’Anfiteatro sarà soggetta a piccoli espropri che permetteranno anche l’ampliamento del sito archeologico. L’Anfiteatro sarà così il quarto grandioso monumento tra i templi di Atena, Nettuno e la Basilica.
Il progetto, già finanziato, è dell’architetto Rodolfo Sabelli del Comune di Capaccio Paestum. «I visitatori avranno così una visione magica di Paestum», ha detto Zuchtriegel  che all’incontro su Archeologia e Paesaggio alla XIX Borsa Mediterranea del Turismo  Archeologico di Paestum ha lanciato l’idea di coinvolgere altri enti nei progetti di risanamento e riqualificazione dei siti archeologici del salernitano, come Velia, l’antica città greca di  Elea fondata nel VI secolo a.C., patria dei filosofi Parmenide e Zenone, che potrebbe essere meglio collegata a Paestum.

di Tina Lepri, edizione online, 2 novembre 2016


Ricerca


GDA febbraio 2017

Vernissage febbraio 2017

Vernissage gennaio 2017

Vedere a ...
Vedere a Bologna gennaio/febbraio 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012