Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Archeologia


Pompei, apre la Domus dei mosaici geometrici

Il direttore generale Massimo Osanna davanti alla Casa dei mosaici geometrici

Pompei (Napoli). Riapre dopo un anno di interventi finalizzati a recuperare l’apparato decorativo del calpestio la Casa dei Mosaici geometrici, domus che deve il proprio nome alla presenza in tutti i locali di pavimenti musivi in tessere bianche e nere di cocciopesto e marmo, disposte a comporre losanghe, labirinti e cerchi. I primi scavi, parziali, risalgono al 1825-26; i più recenti al 2013. Restano esclusi dalle visite gli ambienti terrazzati dei piani ipogei ancora da recuperare.

La domus occupa una superficie di circa 3mila metri quadrati, per un totale di 60 ambienti, a pochi passi dal Foro cittadino. Come ha osservato il direttore generale di Pompei Massimo Osanna «era una dimora di lusso, realizzata sulle mura cittadine, allorché dopo la pace augustea l’area venne sfruttata per realizzare case a terrazze con vista sul golfo», stravolgendo il concetto comune della casa pompeiana semplice e modesta.

Il restauro della domus rientra nel progetto di recupero dell’area comprendente, tra gli altri edifici, anche il Comitium e la casa di Championnet che sarà aperta a gennaio 2017 e finanziato con 3.700.000 euro del Grande Progetto Pompei.

di Carlo Avvisati , edizione online, 17 novembre 2016


  • Un corridoio degli ambienti ipogei della Casa dei mosaici geometrici
  • Mosaico all'ingresso della domus pompeiana
  • Un ambiente della Casa dei mosaici geometrici di Pompei
  • Un ambiente della Casa dei mosaici geometrici di Pompei
  • L'ingresso della casa dei mosaici geometrici

Ricerca


GDA dicembre 2017

Vernissage dicembre 2017

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2017

Vedere in Canton Ticino 2017

Vedere in Sardegna 2017

Vedere a Torino 2017

Focus on Figurativi 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012