Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Musei


Francia, l'Institut du Monde Arabe apre una sede a Tourcoing

L'edificio che ospita l'Ima di Tourcoing. Foto: S.Castel, IMA-Tourcoing

Tourcoing (Francia). Dopo il Centre Pompidou-Metz e il Louvre-Lens, è ora la volta dell’Ima-Tourcoing. La nuova filiale dell’Institut du Monde Arabe ha aperto le porte il 17 novembre nella città del Nord della Francia, poco lontana da Lille, ma ancora più vicina alla frontiera con il Belgio.

Una prima filiale dell’Ima era nata già nel 2012 in un’ex fabbrica tessile di un quartiere periferico tra Roubaix e Tourcoing, ma aveva chiuso i battenti tre anni dopo. Per il nuovo museo è stato scelto un bello e imponente edificio storico, di pietra e mattoni, in centro, che dal 1904 al 1999 ha ospitato l’École de natation de Tourcoing. Un anno fa sono iniziati i lavori per riconvertire l’ex piscina in museo. La ristruttuzione è costata finora 1,2 milioni di euro e sono stati ricavati 700 metri quadrati di spazi espositivi. Ma i lavori non saranno completati prima del 2019-2020. Altri 10 milioni dovranno essere investiti per «trasformare» gli spazi della vasca e a termine liberare 3mila metri quadrati. Nella mostra permanente, «Le monde arabe au miroir des arts», insieme a una composizione astratta dell’artista iracheno Dia Azzawi e a un pannello a motivi floreali realizzato a Damasco nel XVI secolo, sono allestiti disegni di Delacroix e tele di Fantin-Latour. Le opere sono prestate dal Louvre, dal Musée Eugène Delacroix e dall’Ima di Parigi.

La nuova istituzione, in una città a grande componente magrebina, comprenderà anche un centro linguistico per l’insegnamento dell’arabo, e accoglierà dibattiti e spettacoli. «In questo periodo in cui i pregiudizi e i fanatismi si moltiplicano, bisogna far conoscere il mondo arabo e i suoi molteplici volti. La missione vale per tanto per Parigi che per Tourcoing, ha osservato l’ex ministro della Cultura Jack Lang, presidente dell’Ima. Tra i due centri ci saranno rapporti di collaborazione, ma è importante che Tourcoing guadagni in autonomia. Questo sarà possibile grazie all’impegno delle collettività locali, così come è stato a suo tempo per il Louvre-Lens».
La filiale del Nord sarà indipendente dalla casa madre parigina tanto per la gestione che per la programmazione, con un budget annuo di 1 milione di euro.
Per il 2019 è già prevista una mostra sui cristiani d’Oriente: «Sarà il più grande evento mai dedicato a questo tema», ha osservato Lang.

Articoli correlati:
Il Louvre va in provincia

Pompidou, decentrato ed economico

di Luana De Micco, edizione online, 18 novembre 2016


  • Una veduta delle collezioni. Foto: S. Castel, IMA-Tourcoing
  • La facciata dell'ex École de natation de Tourcoing, sede della «filiale» dell'Institut du Monde Arabe. Foto: S. Castel GIP IMA
  • Una veduta delle collezioni. Foto: S. Castel, IMA-Tourcoing

Ricerca


GDA settembre 2017

Vernissage settembre 2017

Vedere a ...
Vedere a Firenze e in Toscana 2017

Vedere in Puglia e Basilicata 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012