Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Musei


Lione, salvataggio in extremis per il Musée des Tissus

Garantito il funzionamento fino alla fine dell'anno, ma se non si troveranno nuove forme di finanziamento la chiusura sarà inevitabile

Il Musée des Tissus di Lione © Lyon, MTMAD - Pierre Verrier

Lione. Scampato il pericolo di chiusura imminente per il Musée des Tissus et des Arts Décoratifs di Lione, che conserva una delle collezioni di tessuti più importanti al mondo.
La Camera di commercio e dell’industria, proprietaria dei luoghi, ha votato all’unanimità in assemblea generale di destinare ancora un milione di euro all’istituzione, per mantenerla in vita fino alla fine del 2016.

L’ente, nel dicembre scorso, aveva annunciato di non poter più garantire i 2 milioni di euro annui a causa dei tagli ai finanziamenti pubblici, chiedendo al Ministero di assumersi le sue responsabilità. Al contributo supplementare appena deciso si aggiungeranno inoltre 750mila euro stanziati dallo Stato, la regione Auvergne Rhône-Alpes, il Comune e la metropoli di Lione.

Il museo, salvato in extremis, ha però il destino segnato: se nei prossimi nove mesi non si troveranno altre soluzioni, sarà morte certa. La prospettiva della sua chiusura ha scatenato una grande mobilitazione in Francia e nel mondo sostenuta da una petizione online che ha raccolto oltre mille firme di collezionisti, storici dell’arte, artisti, docenti ed ex ministri.

Articoli correlati:
Lione, il Musée des Tissus rischia di chiudere. Mobilitazione per salvarlo

di Margherita Criscuolo, edizione online, 24 marzo 2016


Ricerca


GDA novembre 2017

Vernissage novembre 2017

Sovracoperta GDA novembre 2017

Focus on Figurativi 2017

Vedere a ...
Vedere in Emilia Romagna 2017

Vedere in Canton Ticino 2017

Vedere in Sardegna 2017

Vedere a Torino 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012