Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre


New York

Onnivoro László

Tutto Moholy-Nagy al Guggenheim

László Moholy-Nagy Photogram, 1926 Gelatin silver photogram, 23.8 x 17.8 cm Los Angeles County Museum of Art, Ralph M. Parsons Fund © 2016 Hattula Moholy-Nagy/VG Bild-Kunst, Bonn/Artists Rights Society (ARS), New York Photo: courtesy Museum Associates/LACMA

New York. Avventurosa è la biografia di László Moholy-Nagy. Nato allo scorcio dell’Ottocento in una cittadina dell’Ungheria meridionale, al tempo parte dell’impero austroungarico, si trasferisce a Vienna e Berlino all’età di 24 anni; nel ’23 si sposta a Weimar e poi a Dessau per insegnare al Bauhaus; l’ascesa di Hitler costringe lui e la sua famiglia a trasferirsi in Olanda e poi a Londra. Negli anni Trenta, infine, si sposta a Chicago, dove fonderà l’Institute of Design. Non tornerà mai più in Europa. Fotografo, pittore, insegnante, scultore, designer: multidisciplinare è la pratica di Moholy- Nagy. Il Guggenheim Museum gli dedica un’esauriente retrospettiva, dal 27 maggio al 7 settembre. «Moholy-Nagy: Future Present» raccoglie circa 300 lavori: tra questi collage, disegni, film, dipinti, fotografie, sculture e fotomontaggi. Opere che sono il prodotto di un’inesauribile mente creativa: le sperimentazioni ottiche con la fotografia e le analisi sulla luce e la trasparenza, rivelatrici di una piena fiducia nella tecnologia come strumento di progresso sociale, erano sforzi finalizzati alla creazione del Gesamtkunstwerk, l’opera d’arte totale che l’artista ricercò per tutta la vita.
A New York viene ricostruita un’installazione concepita da Moholy-Nagy nel 1930, ma mai realizzata: «La stanza del presente», un ambiente futuristico, contenente l’iconica scultura cinetica «Light Prop for an Electric Stage» (1929-30).

https://www.guggenheim.org/video/moholy-nagy-future-present

di Federico Florian , da Il Giornale dell'Arte numero 364, maggio 2016


Ricerca


GDA marzo 2017 Vernissage marzo 2017

Vedere a ...
Vedere a Bologna gennaio/febbraio 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012