Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Il mondo dell’arte si schiera contro la Brexit

Chris Dercon e Wolfgang Tillmans sono per il «Remain»: sullo sfondo il progetto anti Brexit di Tillmans anti

Londra. L’artista britannica Tacita Dean, da 16 anni residente a Berlino, si schiera contro la fuoriuscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea (la cosiddetta Brexit), oggetto del referendum del 23 giugno. Teme che, dal punto di vista artistico, possa rendere Londra «di nuovo provinciale». La Brexit è al momento oggetto di un suo lavoro, «la più grande lavagna che abbia mai realizzato, ci dice. È basata su La Tempesta di Shakespeare. Fin dall’inizio, nel trascrivere i pensieri che mi venivano alla mente, ho associato l’idea della tempesta al referendum. Ma, diversamente da Prospero, il nostro primo ministro David Cameron non ha il pieno controllo di questa “tempesta”».
La Dean è tra i 282 professionisti della cultura che a metà maggio hanno sottoscritto una lettera aperta, in cui dichiarano che «la Gran Bretagna non soltanto è più forte nell’Unione, ma ne ricava anche immaginazione e fantasia. Il nostro successo globale nel campo della creatività risulterebbe enormemente indebolito da un’uscita dalla Ue». Tra i firmatari ci sono Richard Wentworth, Anish Kapoor, Cornelia Parker, Elizabeth Price, Shirazeh Houshiary, Chris Dercon, Tracey Emin, oltre al fotografo tedesco Wolfgang Tillmans, che ha realizzato una serie di 26 manifesti, esposti a Somerset House durante la Photo London Fair (19-22 maggio), in cui sottolinea le ragioni per cui la Gran Bretagna dovrebbe rimanere nell’Unione.
Finora nessuna casa d’aste (Christie’s, Sotheby’s, Bonhams e Phillips) si è espressa sulla Brexit e, contattate, non hanno rilasciato dichiarazioni ufficiali.

Gareth Harris , da Il Giornale dell'Arte numero 365, giugno 2016


Ricerca


GDA luglio/agosto 2018

Vernissage luglio/agosto 2018

Vedere a ...
Vedere in Puglia 2018

Vedere in Sicilia 2018

Vedere in Trentino 2018

Vedere in Friuli Venezia Giulia 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012