Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie


Le donne e l’Islam nell’opera di Shirin Neshat

L’artista iraniana, Praemium Imperiale 2017, tramuta la denuncia sociale in poesia

Shirin Neshat è nata il 26 marzo 1957 a Qazvin, città dell’Iran nord-occidentale ai piedi dei monti Elburz a 150 chilometri da Teheran. Quarta di cinque fratelli, è cresciuta durante il regno della dinastia Pahlavi (1925-79), in una famiglia colta e agiata appartenente alla classe media. I genitori, il padre stimato medico, la madre casalinga, erano aperti alle idee occidentali, mentre i nonni materni erano fedeli ai dettami della tradizione sunnita. Nel 1974 Shirin Neshat conseguì il diploma superiore al collegio cattolico di Teheran e lo stesso anno, su invito del padre, desideroso di formare al meglio i propri figli, raggiunse la sorella maggiore in California. Nel 1979, quando la Rivoluzione islamica pose fine alla ultramillenaria storia dell’Impero persiano trasformando la monarchia in una repubblica islamica sciita, Shirin Neshat era a Los Angeles. La nuova situazione politica e le avverse vicende economiche della sua famiglia le impedirono di fare ritorno in Iran ed ebbe inizio l’esilio.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Jenny Dogliani, da Il Giornale dell'Arte numero 380, novembre 2017


Ricerca


GDA febbraio 2018

Vernissage febbraio 2018

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2018

Vedere a Napoli 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012