Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie


Roman GRAffiti: un'opera d'arte collettiva per il Grande Raccordo Anulare

Dieci artisti internazionali trasformano cavalcavia e sottopassi con giganteschi murales che ripercorrono la storia di Roma

Roma. Il progetto dell’Anas per riqualificare le periferie degradate della capitale (ma il centro di Roma non se la passa meglio) inizia dal GRA-il Grande Raccordo Anulare della capitale, il più esteso del mondo e sul quale transitano ogni giorno un milione di auto.
Gli ottanta «non luoghi» del GRA, cavalcavia, rampe o sottopassi da strappare all’incuria, ai rifiuti e al degrado delle strutture, stanno diventando set artistici per giganteschi murales, ispirati alla città eterna (il motto è «Tutta la Street Art porta a Roma»). I primi dieci sono stati già realizzati da altrettanti artisti internazionali guidati da David Diavù Vecchiato, direttore artistico del progetto, esponente dell’Urban Art in Italia e fondatore del MURo, il museo di Urban Art della capitale.  GRAArt, l’opera d’arte collettiva per Roma da esportare poi in altre città del Paese,  creerà un vero e proprio itinerario culturale che unirà il centro alla periferia della città, come ha spiegato il presidente dell’Anas Gianni Vittorio Armani alla presentazione del progetto nella sede del Mibact, assieme al ministro Dario Franceschini. Le aree interessate dal progetto sono: Torrino Mezzocammino (via Luigi Guglielmi), Gregna di Sant’Andrea (via Lucio Mariani), Romanina (via Pietro Rosano), Tor Vergata (via della Sorbona), Prenestina (via Collatina), La Rustica (via Damone),  Ottavia (via Casorezzo), Trionfale (via Casal del Marmo), Boccea (via di Boccea), Aurelia (via Aurelia). Gli artisti che hanno preso parte al progetto provengono da molti Paesi: Italia, ma anche Uruguay, Francia, Spagna e Olanda. Ogni opera è corredata da una targa o un QR code che permette al visitatore di accedere al sito web dedicato al progetto (www.graart.it) per leggere la storia che ha ispirato il murale e il nome dell’artista che lo ha realizzato.

di Tina Lepri, edizione online, 9 marzo 2017


  • Il murale dell'artista valenzana Julieta XLF
  • Camilla Falsini, «La vita e la morte»
  • Il murale del Colectivo Licuado. Foto di Eleonora Grieco

Ricerca


GDA dicembre 2017

Vernissage dicembre 2017

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2017

Vedere in Canton Ticino 2017

Vedere in Sardegna 2017

Vedere a Torino 2017

Focus on Figurativi 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012