Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Musei


La classifica mondiale dei MUSEI più visitati nel 2016: record Met, flop Louvre, boom Venaria

Nel numero in edicola da domani in esclusiva la decima classifica annuale di «Il Giornale dell’Arte» e «The Art Newspaper». Continua la grande paura: è crisi nel turismo europeo, soprattutto in Francia, ma non in Italia. Calano i musei parigini, crescono Tate Modern a Londra e Metropolitan a New York. In Italia si rafforzano Torino e Milano

Il Metropolitan di New York. Foto: Thimothy Neesam

Londra e Torino. Se il 2015 era stato «l’anno d’oro dei musei italiani» (cfr. n. 363, apr. ’16, p. 20), il 2016 ha raggiunto nella comunicazione ministeriale nuove vette di successo, destinate a crescere indefinitamente nel futuro (che si annuncia «radioso») della cultura nazionale, grazie a riforme, domeniche gratuite, restauri e partecipazione social.
È di nuovo record per i musei statali italiani? Il ministro Franceschini ha sintetizzato, lo scorso gennaio, i numeri del 2016: «Riforma funziona: in 3 anni +6 milioni di biglietti e +45 milioni di incassi». E pazienza se qualcuno ha contestato la lettura dei dati (cfr. n. 372, feb. ’17, p. 4). Di sicuro i musei statali sono sempre più social, nell’ambito di politiche fortemente «innovative» e «giovani»  (con tanto di hashtag sempre nuovi: a marzo, «mostri, unicorni, gorgoni e creature fantastiche»), promosse da un Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo sempre più iperattivo (cfr.
...
(il testo integrale è disponibile nella versione cartacea)

di Alessandro Martini, da Il Giornale dell'Arte numero 374, aprile 2017


Ricerca


GDA settembre 2017

Vernissage settembre 2017

Vedere a ...
Vedere a Firenze e in Toscana 2017

Vedere in Puglia e Basilicata 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012