Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie


Le pietre della cinta muraria di Paestum in adozione: i primi «genitori» sono due tedeschi

Mura e torre di Paestum

Paestum (Sa). Otto blocchi delle cinta muraria di Paestum sono i primi pezzi «adottati» del progetto che prevede il sostegno delle comunità internazionale per la salvaguardia di una delle opere di difesa cittadina  più belle e grandiose dell'antichità. I «genitori» sono due tedeschi di Amburgo, Regine Schach von Wittenau e Uwe Schultze.

Il progetto, messo in campo da Gabriel Zuchtriegel, direttore del Parco archeologico di Paestum, prevede il versamento di una quota annuale di 50 euro per diventare «cittadino di Paestum» e contribuire alla protezione del suo patrimonio storico archeologico. La somma, che permette di ottenere a chi versa anche sgravi fiscali fino al 65% come previsto dalla legge sull'ArtBonus del Mibact, consente anche l'ingresso libero agli scavi e al museo per l'intero anno. «Il nostro obiettivo, sottolinea Zuchtriegel, è quello di creare una comunità internazionale che ci affianca nel nostro lavoro quotidiano per proteggere il sito, in senso metaforico, ma anche concretamente».

di Carlo Avvisati, edizione online, 8 maggio 2017


  • Gabriel Zuchtriegel con i genitori adottivi delle mura pestane

Ricerca


GDA giugno 2017

Vernissage giugno 2017

Focus on Boetti maggio 2017

Vedere a ...
Vedere in Friuli Venezia Giulia 2017

Vedere in Sicilia 2017

Vedere a Venezia e in Veneto 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012