Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Libri


Alois Riegl tra natura e trasfigurazione

La copertina del volume di Alois Riegl

Il mondo germanico tra Otto e  Novecento ha rivoluzionato gli strumenti della percezione artistica, cercando di fornire lessici, manuali, strumenti di interpretazione, fino alla capitale esperienza di Mnemosyne di Aby Warburg. Alois Riegl, protagonista della cosiddetta Scuola di Vienna, fu maestro nella percezione delle epoche che la visione romantica voleva come «decadenti», di minor pregio rispetto a quelle eroiche della classicità. A questo è dedicato l’importante studio Industrie artistiche tardo romane (1901): in questo testo, che è uscito postumo nel 1966, egli applica le ricerche linguistiche coeve al mondo dell’espressione estetica, dichiarando il suo intento complesso e affascinante: comprendere e delineare la relazione tra natura e trasfigurazione, come le varie epoche l’hanno determinata, esibendo però una serie di costanti nel tempo.
A partire dal mondo degli Egizi la visione dello studioso è quella di un caos a cui si cerca di dare ordine e fino al Medio Evo, e al Gotico, Riegl individua con prosa cristallina le varie fasi gli sviluppi del duello, continuo eppure sempre mutevole, tra forma e superficie.


Grammatica storica delle arti figurative, di Alois Riegl, a cura di Andrea Pinotti, traduzione di Carmela Armentano, 350 pp., Quodlibet, Macerata 2017, € 34,00

di Luca Scarlini, edizione online, 15 maggio 2017


Ricerca


GDA settembre 2017

Vernissage settembre 2017

Vedere a ...
Vedere a Firenze e in Toscana 2017

Vedere in Puglia e Basilicata 2017


Società Editrice Umberto Allemandi & C. spa - Piazza Emanuele Filiberto, 13/15, 10122 Torino - 011.819.9111 - p.iva 04272580012